Mar 24 2017

AL MIO CANE ASTOR….GRAZIE DI ESSERE ESISTITO…

Category: Mondo animalegiorgio @ 09:12

 

 

Fissa il tuo cane negli occhi e tenta ancora di affermare che gli animali non hanno un’anima.
(Victor Hugo)

 


Apr 20 2016

UN UOMO E IL SUO GATTO IL PARADISO DEGLI ANGELI

Category: Monade satira e rattatuje,Mondo animalegiorgio @ 10:07

un uomo un gatto

 

 

Un uomo amava moltissimo il suo gatto. Quando il gatto morì, per l’uomo fu un colpo durissimo, che gli fece rendere conto che quel micio era l’unico essere vivente che l’avesse amato in modo davvero incondizionato.

Così quando anche l’uomo morì, il suo ultimo pensiero fu di gioia, perché avrebbe rivisto il suo gatto. E infatti, lui era lì ad aspettarlo, tutto ronfante e felice di rivederlo.

E così l’uomo e il suo gatto si trovarono su una lunga strada di campagna. L’uomo vede un cartello che dice “Paradiso” per di qui. E cammina e cammina. Dopo un po’ supera una fattoria. All’orizzonte vede il riflesso di un enorme cancello bianco e sente che finalmente è arrivato.

Arriva al cancello, stanchissimo. La luce che emana dalla città è abbagliante e lui completamente stupefatto. Anche il gatto è piuttosto entusiasta… finalmente appare un uomo vestito di bianco. “Benvenuto in Paradiso” gli dice. “Tutto quello che hai sempre voluto qui c’è, ogni tuo desiderio sarà esaudito. Che cosa desideri?” L’uomo sorride.

Continua a leggere”UN UOMO E IL SUO GATTO IL PARADISO DEGLI ANGELI”


Ott 30 2015

UN GIORNO CI RINCONTREREMO

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 20:28

un giorno ci rincontreremo

“Un giorno rivedremo i nostri animali nell’eternità di Cristo”. (Papa Francesco)

 

PERCHÉ IO AMO GLI ANIMALI?

 

Madre Teresa di Calcutta, spiegava semplicemente:

Perché ti danno tutto, senza chiedere niente.

Perché contro il potere dell’uomo con le armi, sono indifesi.

Perché sono eterni bambini.

Perché non sanno cosa è l’odio nè la guerra.

Perché non conoscono il denaro e si consolano solamente con un posto dove rifugiarsi dal freddo.

Perché si fanno capire senza proferire parola.

Perché il loro sguardo è puro come la loro anima.

Perché non conoscono l’invidia né il rancore,

Perché il perdono è ancora naturale in loro.

Perché sanno amare con lealtà e fedeltà.

Perché vivono senza avere una lussuosa dimora.

 


Ott 29 2015

Caspita che affetto. La gioia di Astor nel rivedere Giorgio

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 18:02

 

Non era mai successo, ma nel 2005 Astor era dovuto restare ospite di una mia amica per una settimana. Ecco la sua gioia nel rivedere Giorgio


Ott 28 2015

Astor addio, grazie per tutto quello che ci hai donato.

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 20:25

 

astor-2-giugno-2000-28-ottobre-2015-

 

Astor addio, grazie per tutto quello che ci hai  donato.

Attraverso te abbiano visto il mondo con occhi diversi.

 

Giorgio, Marina e Chiara

 

(02 giugno 2000 – 28 ottobre 2015)

 

 

Quando mi preparavo per uscire di casa, Astor lo intuiva sempre e mi precedeva sulla porta. Gli piaceva girare in macchina, non per niente è stato per secoli il cane dei carrettieri, ma questo pomeriggio è rimasto nella sua cuccia.

Da qualche anno gli erano arrivati gli acciacchi dell’età, ma riusciva comunque, con più o meno fatica, a sopportarli e mascherarli con la sua allegria. In questi giorni la sua salute doveva essere peggiorata: il giro nei giardini era diventato breve, una decina di minuti, più a guardare gli altri che camminare, e questa mattina ha fatto solo una decina di metri e si è rinfilato in macchina. Tornati a casa, si è diretto lentamente, anzi faticosamente, nella sua cuccia; lì ha provato come al solito a giocare con il suo cuscino, ma si è subito accovacciato sfinito per cercare di riposare. Il suo respiro è diventato un po’ affannoso, gli era capitato ancora di avere queste crisi ma le aveva sempre superate,   ero quasi ottimista. Uscito per fare alcuni acquisti, la telefonata di mia moglie, preoccupata per il respiro affannoso, mi fa tornare subito a casa, dove penso di intervenire come consigliato dal veterinario con un diuretico.   Arrivo a casa, lo trovo nel bagno che respira faticosamente, lo chiamo, alza la testa, mi guarda, ma capisco subito che la cosa è grave, fa per alzarsi ma non ce la fa, il suo sguardo è tra una velata felicità nel rivedermi e una richiesta di aiuto, lo prendo in braccio, mi guarda negli occhi e si abbandona, il respiro si fa lento, molto lento, lo adagio nella  cuccia, vicino al mio letto, ma ormai il suo cuore si è fermato.

 

astor-6.2001-copia

 

Astor nel suo posto di guida…

 


Giu 19 2014

IL PACIFICO SI STA TRASFORMANDO IN UN CIMITERO…

testuggine-morta.900

 

 

Il 98% dei fondali della California è cosparso di creature marine morte.

I media non lo hanno ancora diffuso, ma quanto sta accadendo nell’oceano californiano è sconvolgente.

La notizia è stata lanciata da National Geographic: fino a Marzo 2012 solo l’1% dei fondali del suddetto oceano era composto da creature defunte. Da Luglio di quest’anno si parla invece del 98%. E’ come se l’intera area si fosse trasformata in una sorta di cimitero marino, brulicante di cadaveri in decomposizione.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Proceedings of National Academy of Sciences, non ha ancora dimostrato alcuna correlazione con Fukushima , ma non è difficile immaginare uno stretto legame tra i due avvenimenti, anche perchè negli ultimi 24anni non si era mai verificato nulla del genere.

La zona analizzata è la stazione M, che si trova a 145 miglia al largo tra le città californiane di Santa Barbara e Monterey.Sembra che i governi e i media vogliano che noi tutti dimentichiamo Fukushima ed il catastrofico danno ambientale che ha procurato al nostro pianeta.

Ma non potranno coprire la verità per sempre: la vita umana è strettamente legata alla salute degli oceanied in particolar modo all’ossigeno che la vita marina crea e rilascia nella nostra atmosfera. A San Francisco, 1000 persone hanno allineato i loro corpi per scrivere sulla spiaggia “ FUKUSHIMA IS HERE ” ed essere fotografati dal cielo.

 

 

Fonte: visto su La Discussione del 11 giugno del 2014

Link: http://ladiscussione.com/ambiente/item/13982-il-pacifico-si-sta-trasformando-in-un-cimitero.html

 


Giu 19 2014

MORIE ANIMALI: DATI ALLARMANTI! IL PIANETA TERRA STA MORENDO?

morie-animali-ecatombe

 

 

Il 2014 ha registrato un picco di morie animali senza precedenti. I dati sono allarmanti: pesci, mammiferi, uccelli e insetti continuano a morire in un ecatombe che non sembra avere fine. Cosa sta succedendo al pianeta Terra, e quali sono le conseguenze per l’umanità?

 

Nel 1979, lo scienziato inglese James Lovelock propose l’Ipotesi Gaia, un teoria secondo la quale il pianeta Terra sarebbe un unico grande organismo vivente.

In questa visione, la flora e la fauna planetaria sarebbero parte di questo organismo, un po’ come se fossero le cellule che ne permettono la vita, e noi, esseri umani, faremmo parte di questo organismo.

Se consideriamo plausibile questa teoria e prendiamo in considerazione gli allarmanti dati sulle morti di massa animali che si stanno verificando da qualche anno, allora dovremmo concludere che il pianeta Terra sta morendo!

 

Continua a leggere”MORIE ANIMALI: DATI ALLARMANTI! IL PIANETA TERRA STA MORENDO?”


Ott 22 2013

LA TRISTE PARABOLA DEL MASSONE REAZIONARIO MONTI, AGUZZINO PER BENE

addio monti

 

La parabola di Mario Monti finisce in farsa. Arrivato al potere in Italia per grazia ricevuta, tra gli squilli di tromba di una stampa servile e senza un briciolo di dignità, il professorino di Varese ha collezionato in poco tempo una serie di autogol da far impallidire Niccolai.

 

Nonostante i disastri combinati, Monti continuerà a fare la bella vita passeggiando tra i corridoi di Palazzo Madama a spese dei contribuenti per sempre. Grazie alla indiscussa lungimiranza di Giorgio Napolitano, (“il piccolo padre”) infatti, l’esimio bocconiano ha acquisito lo status di senatore a vita per meriti futuribili.

L’ennesimo scempio commesso da un Presidente della Repubblica che in meno di dieci anni è riuscito a dilapidare secoli di conquiste civili e democratiche.

 

Come ebbi modo di dirvi fin dall’inizio, Monti fu imposto al potere in Italia dal primo cerchio della massoneria reazionaria che governa l’Ue per accelerare il processo di dolosa de-industrializzazione in corso da anni (clicca per leggere). Un compito che Monti ha assolto con scrupolo e fredda cattiveria. Insensibile al dramma degli esodati, dei disoccupati e dei sottosalariati, a Monti va comunque riconosciuta una dose di coerenza che lo rende in fin dei conti un demone rispettabile.

 

Continua a leggere”LA TRISTE PARABOLA DEL MASSONE REAZIONARIO MONTI, AGUZZINO PER BENE”


Mar 28 2013

LA PICCOLA STORIA DI GIANNA, MICHELE E, PURTROPPO, ANCHE DEGLI ALTRI

Category: Monade satira e rattatuje,Mondo animalegiorgio @ 13:37
maiale.1024

(di Alessandra di Galbiati)

Avevo scritto questa storia per me, per ricordare nel tempo l’emozione che ho provato oggi, per essere sicura che il tempo non diluisse e scolorisse il mio ricordo. Poi ho pensato che questa storia poteva essere raccontata anche ad altri, che le nostre parole possono essere un veicolo di trasporto di esperienze. Anche nel caso, come questo, in cui si sa che il tentativo di comunicare veramente, di entrare in contatto con le coscienze degli altri è già fallito in partenza, che non c’è modo sicuro di squarciare quel velo che copre gli occhi dell’abitante umano medio di questo squallido pianeta. Raccontare diventa un modo per non sentirsi troppo soli, per cementare la propria convinzione, per continuare a ribadire a se stessi che non si può far altro che continuare così, indipendentemente dal fatto che la lotta per la libertà degli animali avrà successo o avrà fine solo con la fine definitiva (e per fortuna certa) della specie umana.Gianna aveva 14 mesi quando l’ho conosciuta. Era una scrofa di un piccolo allevamento, di quelli che si trovano in campagna un po’ dappertutto, dove la gente di città va a comperare i salumi perchè sono ancora caserecci, saporiti, fatti artigianalmente. Gianna era stata coperta dal gigantesco verro in un momento sbagliato, non programmato e aveva partorito 11 maialini.Dal parto e per due terribili, lunghissimi mesi, era stata segregata in uno stanzino buio e puzzolente, in una di quelle gabbie che immobilizzano le scrofe per tutto il periodo dell’allattamento (e che la gente non vuole credere che esistano) e aveva uno sguardo terribile, tristissimo, uno sguardo che era di nostalgia e di distanza astrale rispetto a questo mondo. Non che la vita prima fosse stata particolarmente bella per lei ma almeno viveva con altri maiali e poteva fare qualche passo, anche se merdoso, in un locale (anche se di merdoso cemento e sempre semibuio). Continua a leggere”LA PICCOLA STORIA DI GIANNA, MICHELE E, PURTROPPO, ANCHE DEGLI ALTRI”


Set 30 2012

IL LUPO DELLA LESSINIA MUORE IN VALPOLICELLA

Category: Lessinia,Mondo animalegiorgio @ 00:01

Erano arrivati da molto distante. Lei dall’ovest, dalle montagne piemontesi; lui dall’est, dai boschi della Slovenia. I due lupi si erano incontrati qui in Lessinia, dando fiducia ad un territorio che da moltissimi anni li aveva relegati nel regno mitico delle leggede. Avevano acceso la curiosità di tutti e, a detta degli esperti, avevano già gettato le basi per la creazione di un branco stabile. Ma ogni speranza si è spenta la settimana scorsa, quando, nei pressi della contrada Semalo a Sant’Anna d’Alfaedo è stato trovato il cadavere della femmina: Giulietta, come l’avevano chiamata coloro che ne studiavano e seguivano gli appostamenti.

Continua a leggere”IL LUPO DELLA LESSINIA MUORE IN VALPOLICELLA”


Set 29 2012

BEN TORNATO IN LESSINIA MITICO LUPO

Category: Lessinia,Mondo animalegiorgio @ 00:41

Immagine scattata dalla foto-trappola di un lupo che cammina sul pascolo nella notte del 28 gennaio 2012 alle ore 1.38.50.

 

L’inizio del 2012 segno lo straordinario ritorno del Lupo (Canis lupus) in Lessinia. Ripetutamente accertato lo contemporaneo  presenza di “Slave”, un lupo sloveno in dispersione, e quello di un probabile secondo esemplare di origine sconosciuto.

 

Tra gennaio e aprile 2012 è stato accertato un evento di eccezionale interesse naturalistico: il ritorno del lupo in Lessinia. Il nostro altopiano è stato infatti interessato dalla contemporanea presenza di Slave, esemplare sloveno in dispersione, e di un probabile secondo individuo, di provenienza sconosciuta, ripreso più volte da una fototrappola.

Continua a leggere”BEN TORNATO IN LESSINIA MITICO LUPO”


Giu 05 2012

RAZZISMO ALIMENTARE

Category: Alimentazione e gastronomia,Mondo animalegiorgio @ 23:28

Per porre fine ai maltrattamenti su alcune specie di animali come cani, gatti o cavalli siamo, giustamente, pronti a mobilitarci, a raccogliere firme su internet e a scrive lettere di sdegno ai quotidiani.

Il  nostro cuore si riempie di rabbia quando vediamo in TV  le raccapriccianti immagini delle galline ovaiole costrette in spazi angusti, nella sporcizia e con gli arti atrofizzati o quando ci sbattono davanti agli occhi le sequenze dei cagnolini importati illegalmente dall’est europeo in camion asfittici, senza cibo e acqua.

Davanti a tanta crudeltà un moto di rabbia ci assale e il nostro smisurato amore verso gli animali si manifesta con tutta la sua forza.

Quando però, quando altre specie o razze di animali sono allevate in condizioni altrettanto raccapriccianti e ancora in tenera età sono portate al macello per essere letteralmente scannane per poi finire sulle nostre tavole, il nostro incommensurabile amore verso gli animali improvvisamente scompare.

Micini e cagnolini ci riempiono di gioia, maialini, coniglietti e pesciolini ci riempiono…la pancia.

Se questa non è ipocrisia è perlomeno… razzismo alimentare.

 

Fonte: da Excalibur del 8 aprile 2012

Link: http://excaliburitalia.wordpress.com/2012/04/08/razzismo-alimentare/


Dic 27 2009

Astor: un navigatore a quattro zampe quasi satellitare

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 20:48

astor-676

Io sono Astor

 

A Natale   mia figlia mi ha regalato uno di quegli “aggeggi” elettronici con i quali  la tecnologia moderna riempie la nostra vita: il navigatore satellitare. «Sai papi, hai una certa età  e  …così sai sempre dove ti trovi, e poi… basta che schiacci l’icona della casetta e lui ti porta sempre a  casa….». Benedetta gioventù!!!

E’  stato un  regalo che  metterà  in pensione,  causa  anche  la sua età,  il mio affezionato   e  devoto vecchio “navigatore”,  che, da quasi dieci anni,  mi accompagna nelle mie scorribande turistiche: Astor, modello Pomerania.

Continua a leggere”Astor: un navigatore a quattro zampe quasi satellitare”


Giu 25 2009

APPELLO DAL CANILE DI LATINA

Category: Mondo animalegiorgio @ 09:11

Ragazzi in una settimana ci sono arrivati 40 cuccioli, alcuni con la mamma, altri da soli, tutti intorno ai 35 gg di vita.

Ne abbiamo almeno altri 20 intorno ai 2-3 mesi tutti con gastroenterite e cimurro passati o in corso nonostante 3 o 4 vaccinazioni già fatte! Ne abbiamo altri 10 di taglie medie in stallo nelle nostre case in attesa di fargli almeno i vaccini e non sappiamo più dove metterli….e l’estate ancora non è arrivata! I piccoli li abbiamo messi lontano da quelli malati, ma sapete meglio di me che è solo questione di tempo prima che contraggano i virus anche loro e così piccoli non ce la farebbero

mai!! Dobbiamo farli adottare al più presto, sono tutti bellissimi, tutti di tg media o piccola e 5 maremmani che sono in stallo nelle casa. Betty è la mammina dei cuccioli di tg. piccola e pesa non più di 5 kg, è proprio minuscola, è dolce, paurosa e piccolissima.

Diffondete più che potete, alcuni cuccioli sanno appena leccare! Baci e grazie

Per l’adozione: telefono: 339/2176914 (Roberta)


Mag 11 2009

MORIA DELLE API: STOP AI SEMI CONCIATI PER SALVARE LE API

NELL’EST VERONESE PIÙ DELLA METÀ DELLE API È MORTA PER COLPA DI UN PESTICIDA USATO NEI CAMPI. A RIGUARDO ABBIAMO SENTITO I PARERI DI ALCUNI ESPERTI

 

Un mondo senza api? Impossibile a dirsi. Impossibile a farsi, stando alla famosa frase attribuita nientemeno che ad Einstain: “Quando le api spariranno, l’uomo avrà ancora 4 anni di vita!”. 

Eppure, dalla primavera scorsa fino a questo inverno un segnale preoccupa molti entomologi, scienziati, apicoltori, agricoltori e in qualche caso anche i politici.

E’ la moria di api: oltre il 60% di questi insetti impollinatori sarebbero già morti a causa di un potente pesticida per il mais (il maggiore sospettato è il “Thiametoxan” utilizzato nella concia delle sementi).

L’allarme è giunto anche nel vicentino sugli echi delle sconcertanti dichiarazioni dell’allora ministro Paolo De Castro, che nel febbraio scorso disse: «Non credo che ci sia un legame tra moria di api e pesticidi perché stiamo addirittura assistendo a un calo dei prodotti fitofarmaceutici e non sarebbe spiegabile il verificarsi della moria proprio quando l’uso di agrofarmaci cala». 

Continua a leggere”MORIA DELLE API: STOP AI SEMI CONCIATI PER SALVARE LE API”


Pagina successiva »