Mar 23 2017

LA MENTE MODIFICA IL CORPO, QUELLO CHE CI DIFFERENZIA E LA POSTURA MENTALE

Category: Conoscenza varie,Monade satira e rattatujegiorgio @ 01:30

 

 
La mente modifica il corpo, quello che ci differenzia e la postura mentale

 

 


Mar 12 2017

CHI BEN MANGIA…IN PARADISO VA

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 19:37

 

 

Chi ben mangia, ben beve,

chi ben beve ben dorme

chi ben dorme mal no  pensa

chi mal no pensa mal no  fa

chi mal no  fa …. in Paradiso va

 


Feb 21 2017

LA DIFFERENZA TRA L’AMICIZIA FRA UOMINI E FRA DONNE.

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:43

 

 LA MOGLIE PASSA LA NOTTE FUORI CASA.

 

Al mattino seguente, spiega al marito che ha dormito a casa della sua amica.

Il marito allora chiama al telefono dieci tra le amiche della moglie, ma nessuna di esse conferma la storia.

 

IL MARITO PASSA LA NOTTE FUORI CASA.

 

Al mattino seguente, spiega alla moglie che ha dormito a casa di un amico.

La moglie allora chiama al telefono dieci tra gli amici del marito.

Sette di loro confermano la storia e i tre restanti, oltre che confermarla, dicono che lui si trova ancora là.

 

 


Gen 14 2017

MESTIERI PROSSIMAENTE ESTINTI: GIORNALISTA

Category: Media e informazione,Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:03

 

marco_vuchich_giornalista-mestiere-estinto.400

 

 

Fonte:  Senza Bavaglio di  sabato 12 giugno 2010

Link: http://www.senzabavaglio.info/

 


Gen 06 2017

UN MEDICO È UN UOMO CHE VIENE PAGATO PER…

Category: Monade satira e rattatuje,Salute e benesseregiorgio @ 00:03

un-medico-e-un-uomo-che-viene-pagato

 

 

Un medico è un uomo che viene pagato

per raccontare delle fandonie nella camera del malato

sino a quando la natura non l’abbia guarito

o i suoi rimedi non l’abbiano ucciso

 

Antoine Furetière (1619- 1688)

 

 


Dic 28 2016

LA MOGLIE DA VIAGGIO

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:02

viaggio-b

 

 

In Africa, gli uomini si occupano della quantità (politica, numero di animali, sicurezza),

Alle donne è affidata la qualità della vita.

Dall’educazione dei figli alle relazioni tra clan, dalla raccolta d’acqua al piccolo commercio (per poi acquistare il “superfluo”, come lo zucchero, il tè, i vestiti, la scuola per i figli).

La donna è madre del futuro. Una donna sterile non è tale.

 

Un giorno mia moglie disse a un Tuareg, nel Sahara, che non avevamo figli.

Nell’immaginario africano o lei era sterile (e io facevo una pessima figura a non ripudiarla), oppure non ero capace io (e rifacevo una pessima e brutta figura implicita).

Per riparare, lei mentì: «Alberto ha altre mogli, con un sacco di bambini».

Prontamente confermai: consorti bionde e grasse, di pelle chiarissima.

Il Tuareg strabuzzò gli occhi  all’idea e annui.

Poi, perplesso, chiese, guardando mia moglie (magra, mora):

«E come mai ti porti appresso questa qui?».

«È la moglie da viaggio», risposi: «non mangia, non si scotta al sole e, soprattutto, non ha figli».

 

Fonte: liberamente tratto  srs di Alberto Salza

 


Dic 11 2016

DALLA SCUOLA ALLA BUONA SCUOLA: EVOLUZIONE DEL SISTEMA SCOLASTICO A PARTIRE DAL 1950

Category: Monade satira e rattatuje,Scuola e universitàgiorgio @ 12:49

la_buona_scuola-1000

 

 

 

Evoluzione del sistema scolastico a partire dal 1950.

 

TEST DI ARITMETICA (ELEMENTARE)

 

  1. Aritmetica elementare nel 1950

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100.000 lire.

Il costo di produzione è 4/5 del prezzo di vendita.

Quanto guadagna?

 

  1. Aritmetica elementare nel 1970

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100.000 lire.

Il costo di produzione è pari all’80% del prezzo di vendita.

Quanto guadagna?

 

  1. Aritmetica elementare nel 1980

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100.000 lire.

Il costo di produzione è di 80.000 lire.

Quanto guadagna?

 

  1. Aritmetica elementare nel 1990

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100.000 lire.

Il costo di produzione è di 80.000 lire.

Quanto guadagna? Scegli la risposta tra le seguenti:

 

[ ] 20.000    [ ] 40.000    [ ] 60.000    [ ] 80.000    [ ] 100.000

 

  1. Aritmetica elementare nel 2000

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100.000 lire.

Il costo di produzione è di 80.000 lire.

Il guadagno è di 20.000 lire. E’ giusto?

 

[ ] Sì    [ ] No

 

  1. Aritmetica elementare nel 2010

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100 euro.

Il costo di produzione è di 80 euro.

Se sapete leggere tracciate una X nella casella del 20 euro che rappresenta il guadagno.

 

[ ] 20    [ ] 40    [ ] 60    [ ] 80    [ ] 100

 

  1. Aritmetica elementare ed educazione alla competenza interdisciplinare nel 2015

 

Un boscaiolo vende un carro di legna per 100 euro. Il costo di produzione è di 80 euro. Formate un gruppo di lavoro di quattro persone ed indicate:

 

  1. a) Il nome del taglialegna (competenza linguistica)
  2. b) Disegnate il boscaiolo mentre taglia la legna (competenza artística)
  3. c) Eseguite la seguente operazione: 100 – 80 = 20 (competenza matematica)
  4. d) Aiutate il boscaiolo nel suo lavoro (competenza etica)

 

Se l’alunno/alunna non ha completato le attività di cui al punto precedente si valuti la sua partecipazione alle attività formative, la corretta pulizia di scarpe e uniforme, la sua pettinatura e la presenza della cartellina per gli appunti: non importa se la cartellina è vuota, non siate fiscali, in ogni caso si evitino discussioni con i genitori, si eviti ogni violazione dei diritti umani e non si concedano pretesti ai giornalisti per le loro polemiche…

 

Nel contempo e variata la disciplina scolastica per i test

 

 

1950:

Se facendo il test ti comporti da bullo, l’insegnate ti molla una sberla. Quando arrivi a casa tuo padre te ne molla un altro paio.

 

2015:

Se facendo il test ti comporti da bullo, l’insegnate ti domanda scusa, tuo padre ti compra un smartphone nuovo e va ad insultare l’educatore…poi i genitori chiedono i danni e gli interessi alla scuola per il trauma emotivo. Vincono tutti i processi.

 

(Liberamente tratto dal testo Educacion por competencias di Veronica Fierro)

 

 


Nov 24 2016

RAGAZZI! BOMBACCIONI! POPOLO DELLO SPRITZ! LA VITA E’ UNA GUERRA….

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 06:15

popolo-dello-spritz-750

 

 

Ragazzi! Bombaccioni! Popolo dello spritz!

La vita è una guerra, e non c’è un cazzo da ridere.

Bisogna combattere!

 


Nov 19 2016

EL ME DOTOR… (IL MIO DOTTORE)

Category: Monade satira e rattatuje,Salute e benesseregiorgio @ 06:04

paziente

 

 

Al dotor,

se sa,

a qualunque ora se pol telefonar!

 

Parchè, el dotor:

nol magna

nol dorme

nol va a far la  spesa

no el se lava

nol neta

nol fa l’amor e gnanca a va a pissar!

 

El dotor  el gha  da aspettar  ci gha da telefonar!

El dotor  nol pol averghe orari,

e si mi sto  mal?

Come pol-lo lu  averghe altro da far?

 

Insoma

a’sti dotori

quei che sa tuto lori

a tute le ore se por romperghe… i maromi!!!

 

(el me dotor)   Laura Avesani 

 


Ott 27 2016

VERONA, SCAVI DI PIAZZA CORRUBIO E PROFANAZIONE DEL CIMITERO PALEOCRISTIANO: RICORDATEVI DELLA MALEDIZIONE DI RE TEODORICO

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:10

san-zeno-bassorllievo-re-teodorico-750

Basilica di San Zeno. Bassorilievo  di Re Teodorico 

 

La leggenda veronese racconta che Teodorico, al bagno nell’Adige, vide un meraviglioso cervo e lui, grande appassionato di caccia, salì in groppa a un meraviglioso cavallo nero apparso dal nulla. Il nero cavallo era in realtà un essere demoniaco che, al termine di un’allucinata corsa lungo la penisola italiana, precipitò il vecchio re nel cratere di Vulcano nelle Eolie, ingresso dell’inferno, e tutto questo come punizione per aver distrutto il cimitero paleo-cristiano della Chiesa di Santo Stefano. La leggenda è magnificamente ritratta in un bassorilievo della facciata della basilica di San Zeno.

 

O  REGEM  STULTUM  PETIT  INFERNALE TRIBUTUM

MOXQUE  PARATUR  EQUUS  QUEM  MISIT  DEMON  INIQUUS

EXIT  AQUA  NUDUS  PETIT  INFERA  NON  REDITURUS

 

O  Re stolto! Chiede un dono infernale

Tosto gli appare un cavallo mandato dal triste demone

Esce  nudo dal bagno, cavalca all’inferno senza ritorno

 

chiesa-san-zeno-di-verona-1000

Basilica di San Zeno

 

La scritta, sui marmi della Basilica di San Zeno, ricorda esecrata  per sempre, la punizione divina inflitta  al Re ostrogoto Teodorico  per aver violato,  nel ricostruire le mura della città di Verona, le tombe paleocristiane  dell’area cimiteriale della Chiesa di Santo Stefano.

 

scavo-area-cimiteriale

Piazza Corrubio. La profanazione, eseguita nel periodo dell’amministrazione Tosi,  dell’area  cimiteriale paleocristiana  adiacente alla Chiesa di San Procolo e San Zeno con la distruzione dei resti dei  della prima chiesa di San Zeno 

 

La Maledizione di Teodorico

 

Si racconta che nel novembre 2009 la fiera aveva portato molti cavalli in centro città e vederne uno arrivare in piazza San Zeno non era apparsa una cosa strana. Ma quel cavallo aveva un qualche cosa di strano, oltre ad essere bellissimo non faceva rumore, il suo passo era silenzioso, non si sentiva lo scalpitio metallico sul basolato della piazza: era un cavallo scalzo.

Lentamente portato da un cavaliere non più giovane che tradiva le sue origini teutoniche si avvicinava alla facciata della basilica, dove restava per parecchi minuti  in silenzio ad ammirare i bassorilievi del protiro, lo spettacolo era magnifico, quel nero cavallo ricordava tempi passati immortalati nei suoi ultimi divenire in alcune fotografie del Lotze.

Il lucido mantello nero che si mescolava con le prime ombre della sera brillava sotto le luci della piazza, lentamente il cavaliere girò il cavallo, passo davanti alla chiesa di San Procolo, scese verso piazza Corrubio, guardò dall’alto della sua cavalcatura gli scavi archeologici, lesse i cartelli attorno al cantiere e silenziosamente ritornò davanti alla basilica ammirando di nuovo a lungo  la spendita facciata, in fine silenziosamente si avvio passando sotto la torre medioevale in Via Abazia. I sanzenati seduti davanti all’osteria, lo fermarono facendo i complimenti per lo stupendo cavallo. Il misterioso cavaliere, che parlava in un  decente italiano, disse che non poteva fermarsi più di tanto perchè iniziava a far buio, e il suo cavallo era più nero della pece. Prima di andare chiese chi fosse il sindaco. Avuto il nome accarezzo la criniera del cavallo stette in silenzio per alcuni secondi e poi soggiunse: ricordate al vostro sindaco la maledizione di Teodorico.

Quale maledizione? Chiesero gli avventori dell’osteria.

 

 

Tirato su il bavero calato il cappello sulla fronte giro lo sguardo verso i sanzenati e prima di spronare il cavallo, con voce ferma, pronunciò:

 

“IMPRESA  RETTONDINI,  AMMINISTRAZIONE    TOSI,   RICORDATEVI DI ME! 

PENSATE  VOI  DI SFUGGIRE AL TERRIBILE FATO?

NULLA DI CIÒ CHE AVETE  FATTO GODRETE,  NE  IN QUESTA VITA, NE  NELL’ALTRA”.

 

“DAL PROFONDO DELL’INFERNO 

TEODORICO VON BERN, IL GRANDE”

 

 


Set 24 2016

PERCHE’ REMARE SE PUOI NAVIGARE A VELA

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 08:45

navigazione-700

 

Il mio motto é “Perchè remare…magari anche controcorrente, se puoi navigare a vela”?
In altri termini per viver bene é necessario evitare rotte preordinate e seguire il corso degli eventi perchè non c’è nulla di meglio per ciascuno, che ciò che la vita ti ha riservato.
I guai accadono quando si sceglie per se stessi un corso diverso da quello verso cui spingono gli eventi…

 

Sabato

 


Set 07 2016

IL SUFFISSOIDE CHE PORTA DECISAMENTE SFIGA

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 06:57

m.in italy

 

 

di GILBERTO ONETO

 

Qualche tempo fa Bankitalia se ne è uscita con la novità che l’evasione fiscale sarebbe concentrata principalmente a Nord contraddicendo tutti gli studi precedenti, compresi quelli dell’Agenzia delle Entrate. É inutile entrare nel merito della boutade, visto che l’ente di provenienza appartiene alla nobile schiera dei sodalizi che devono per vocazione e impegno statutario affermare a ogni costo la sacra unità della patria e – si sa – ogni accenno e ammissione dello sfruttamento delle regioni padane mette in pericolo la già scarsa graniticità del dogma dell’indivisibilità tricolore.

 

Continua a leggere”IL SUFFISSOIDE CHE PORTA DECISAMENTE SFIGA”


Ago 24 2016

VERBA VOLANT, TASSAE MANENT

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:48

tasse


Lug 06 2016

ELEZIONI POLITICHE: L’INCONFESSABILE OBBIETTIVO DEI PROGRAMMI POLITICI DELLE CAMPAGNE ELETTORALI

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:27

oggi-si-mangia.700

 


Giu 03 2016

DOVE COMANDA LE DONNE E….

Category: Monade satira e rattatujegiorgio @ 00:53

arano-con-le-vacche

 

 

Dove comanda le donne

e i ara i campi con le vacche

i laori non i va mai avanti.

 

Antico proverbio veneto

 


Pagina successiva »