Nov 29 2016

IL VILLAGGIO SANATORIALE EUGENIO MORELLI. IL PIU’ GRANDE SANATORIO D’EUROPA

sondalo-sanatorio-eugenio-morelli

Sondalo. L’imponente  Villaggio Sanatoriale Eugenio Morelli

 

 

Il Villaggio Sanatoriale Eugenio Morelli è stato il più grande sanatorio d’Europa costruito dal governo fascista, fu realizzato a Sondalo, per volere dei Eugenio Morelli.

Eugenio Morelli, pneumologo di Teglio, nel 1928 fece eseguire un’analisi sulle condizioni metereologiche dell’area sondalina, grazie alle quali convinse che Sondalo era il luogo ideale per realizzare un sanatorio, il più grande d’Europa. In 8 anni furono costruiti 9 padiglioni in grado di ospitare sino a 300 malati ciascuno.

Si dice che per realizzare il quarto padiglione gli architetti si fossero addirittura ispirati alle corazzate di Benito Mussolini. D’altra parte era un’autentica guerra quella che si doveva fare contro il “mal sottile”..

Il progetto dell’ imponente sanatorio sulle pendici del Monte Sortenna fu portato avanti da abili tecnici guidati dallo stesso professor Eugenio Morelli, il geniale pneumologo di Teglio. Morelli, primo in Italia ad organizzare una seria lotta contro la tubercolosi, dal 1928 impegnato a Roma come alto consulente per l’organizzazione antitubercolare dell’INFPS, l’Istituto Nazionale Fascista di Previdenza Sociale, nel 1929 convinto della sue analisi sulle condizioni meteorologiche della zona persuase tutti che Sondalo era il luogo ideale per realizzare un grande sanatorio da affiancare al più modesto Pineta di Sortenna che, fondato dal dottor Ausonio Zubiani, funzionava già dal 1901.

La costruzione dei nove padiglioni, ciascuno in grado di ospitare sino a 300 malati, richiese otto anni: dal 1932 al 1940.

Le strutture del Villaggio furono costruite tra il 1932 e il 1938, ma i lavori furono ultimati soltanto alla fine della Seconda Guerra Mondiale; gli arredi e le attrezzature furono completati dopo la guerra, quando il complesso entrò in funzione. Si trattò per quei tempi di un cantiere straordinario per dimensione, mezzi, collocazione, per la meticolosa gestione tecnica e la raffinata progettazione; è considerato un capolavoro dell’urbanistica “razionalista”,

Durante il conflitto mondiale, nel sesto e nel settimo padiglione, furono ricoverati in gran segreto alcuni insoliti e prestigiosi pazienti: si trattava di opere d’arte importantissime provenienti da musei e collezioni private tra cui alcune tele di Rubens, Tintoretto e Segantini…

 

 


Nov 20 2016

L’ULTRALEGGERO…

Category: Veja migiorgio @ 17:04

 

ultraleggero-giorgio-maurizio-750

 

Valeggio sul Mincio…girava l’anno 2010 nel dì 2 giugno

L’aereo….un ultraleggero un po’ piccolo

La potenza  del motore…. un po’ bassa

la pista…. un po’  corta

Il peso… un sovraccarico  garantito!

Il decollo … un lungo e interminabile sospiro….

 

maurizio-pilota-750

 

Bravo Maurizio Perissinotto

 


Set 19 2016

I NONNI LASCIANO LE LORO TRACCE NELL’ANIMA DEI NIPOTI

Category: Persone e personaggi,Veja migiorgio @ 08:52

 

lorenzo-e-nonno-giorgio-10-marzo-2013-1000

 

 

Ci sono persone che sono punti cardinali, I nonni appartengono a questa categoria, ecco perchè..

  

I nonni simbolizzano un’unione generazionale, MA PERCHE’? ECCO ALCUNI MOTIVI..

 

RAPPRESENTANO I RICORDI

 

Sono i nostri ricordi pieni di compiacenza, di divertimento e di tenerezza. Storie piene di risvolti inattesi, di capelli bianchi che ondeggiano al vento ed occhi che brillano al sole durante una passeggiata in cui si sente il calore di mani che donano amore e comprensione.

Il loro regalo migliore e più grande: le radici che segnano nel cuore dei nipoti un’impronta emotiva.

 

SONO EDUCATORI

 

Lo stile educativo dei nonni ha importanti benefici per un bambino. Perché? Perché i nonni e si prendono cura dei nipoti e trasmettono loro numerosi insegnamenti come:

 

Interessi (giardinaggio, cucinare, andare a fare passeggiate, etc).

Tradizioni e storie familiari: i bambini sono affascinati dai racconti sui loro genitori da piccoli.

Esperienza accumulata: permette d’insegnare uno stile di crescita tremendamente positivo, del quale i bambini vengono impregnati.

 

SONO POSITIVI.

 

I nonni sono molto meno critici e si concentrano più sulle cose che vanno bene che su quelle che vanno male, sottolineando così le forze del bambino più che le sue debolezze.

Un’altra bella caratteristica dello stile educativo dei nonni è che aiutano i nipoti ad essere indipendenti dai genitori, così come a socializzare con persone di diverse età.

 

lorenzo-nonna-marina-26-giugno-2014-1000

 

SONO AMORE.

 

È davvero sorprendente l’amore che assorbono i bambini tramite le caramelle donate, le paghette date di nascosto, le migliori sorprese, le cene speciali, i 4 pasti diversi per 4 nipoti diversi, il regalino improvviso e gli occhiolini di complicità.

 

Con queste parole si può pensare che i bambini vogliano bene ai propri nonni per quello che ricevono e non per quello che sono, ma in realtà i nipoti adorano i pomeriggi in compagnia dei nonni per quello che significano.

 

L’amore dei nonni verso i nipoti è così immenso che non possono evitare di dimostrarlo in tutti i modi possibili:  con la cucina, i regali, i dolci, la presenza, i baci, le tasche piene per non privarli di nulla, con l’attenzione e la cura emanate per tutta la casa.

 

Nessuno può guardare i nipoti con tanta dolcezza come i nonni che se ne prendono cura; nessuno riuscirà a meravigliarsi tanto del passare degli anni, così come dell’impronta che prende forma.

 

Per questo motivo, le cure dei nonni riflettono un amore puro pieno di allegria ed obiettivi.

Un affetto che forma i bambini, che li protegge in modo unico, non sempre comprensibile ed indescrivibile.

 

Questo è il motivo per cui i nonni che si prendono cura dei bambini lasciano un segno incancellabile nella loro anima, un’unione emotiva.

 

Fonte: da NOTIZIE UTILI.IT

Link: http://notiziautile.altervista.org

 


Set 04 2016

SONO NATA PER AMORE, SONO VISSUTA PER AMARE E MORIRÒ PER AMORE

Category: Pensieri e parole,Veja migiorgio @ 06:32

rosabianca-800

 

 

Ho capito che è l’amore quella forza superiore che alcuni chiamano dio…

Io sono nata per amore, sono vissuta per amare e morirò per amore,

solo che non avrei voluto morire così giovane, ma forse è meglio così…

 

Dicono che il tempo cancella ogni ricordo,

ma niente cancellerà il tuo volto dal mio cuore,

le tue labbra che non sono mai riuscito a sfiorare,

perchè non ho mai avuto il coraggio di farlo…

 

Voglio che gli ultimi pensieri siano per quella  persona che ho amato,

e che amerò per sempre…

sarò tua per sempre, quando riderai e quando piangerai,

e vorrò stringerti al petto in un dolcissimo abbraccio,

ma non potrò farlo…

addio per sempre…

 

Rosabianca   1980

 

 


Set 01 2016

ERO COMUNISTA….

Category: Società e politica,Veja migiorgio @ 05:07

ero comunista mi sono lavato e sono guarito

 

 

ERO COMUNISTA…

MI SONO LAVATO…

E SONO GUARITO!

 

 


Giu 29 2016

STORIA DI UNA GIACCA ROSSA E BLU

Category: Veja migiorgio @ 00:11

 

giorgio-monte-carega.1200

 

Erano i primi anni settanta e a Natale ero riuscito finalmente a regalarmi la mia prima giacca a vento imbottita: il primo fine settimana libero, su in cima al monte Carega, bisognava assolutamente collaudarla! Non era importante se eravamo in pieno inverno.

 

giorgio-carega-vaio-colori.1200

 

Tanto, era sì o no una giacca a vento imbottita? Ci si metteva sotto una canottiere di lana, una camicia di lana, due maglioni, mi sentivo di poter andare al Polo Nord!

 

marina-bardolino-inverno-1984

 

Dieci anni dopo finiva nel corredo di mia moglie, diventando anche più elegante.

 

barbarano-6-aprile-2010.1200

 

Venticinque anni ancora e passava a mia nipote Caterina.

 

giorgio-paola-novembre-2014

 

Dopo quarant’ anni eccola indossata da mia cognata Paola al mercatino di Santa Croce. Lei ha ancora il fisico per quella giacca, io l’ho perso da parecchi anni.

 

Ma la giacca a vento? Tutto lavoro italiano, e si vede!

 


Mag 15 2016

BUON COMPLEANNO LYDIA ZAMPOGNA

Category: Persone e personaggi,Veja migiorgio @ 15:38

lydia-15-maggio-2011.1000

Lydia Zampogna.  Milano, ippodromo San Siro, 15 maggio 2011 

 

 

LYDIA, SONO SOLO 93!

 

 


Ott 30 2015

UN GIORNO CI RINCONTREREMO

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 20:28

un giorno ci rincontreremo

“Un giorno rivedremo i nostri animali nell’eternità di Cristo”. (Papa Francesco)

 

PERCHÉ IO AMO GLI ANIMALI?

 

Madre Teresa di Calcutta, spiegava semplicemente:

Perché ti danno tutto, senza chiedere niente.

Perché contro il potere dell’uomo con le armi, sono indifesi.

Perché sono eterni bambini.

Perché non sanno cosa è l’odio nè la guerra.

Perché non conoscono il denaro e si consolano solamente con un posto dove rifugiarsi dal freddo.

Perché si fanno capire senza proferire parola.

Perché il loro sguardo è puro come la loro anima.

Perché non conoscono l’invidia né il rancore,

Perché il perdono è ancora naturale in loro.

Perché sanno amare con lealtà e fedeltà.

Perché vivono senza avere una lussuosa dimora.

 


Ott 29 2015

Caspita che affetto. La gioia di Astor nel rivedere Giorgio

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 18:02

 

Non era mai successo, ma nel 2005 Astor era dovuto restare ospite di una mia amica per una settimana. Ecco la sua gioia nel rivedere Giorgio


Ott 28 2015

Astor addio, grazie per tutto quello che ci hai donato.

Category: Mondo animale,Veja migiorgio @ 20:25

 

astor-2-giugno-2000-28-ottobre-2015-

 

Astor addio, grazie per tutto quello che ci hai  donato.

Attraverso te abbiano visto il mondo con occhi diversi.

 

Giorgio, Marina e Chiara

 

(02 giugno 2000 – 28 ottobre 2015)

 

 

Quando mi preparavo per uscire di casa, Astor lo intuiva sempre e mi precedeva sulla porta. Gli piaceva girare in macchina, non per niente è stato per secoli il cane dei carrettieri, ma questo pomeriggio è rimasto nella sua cuccia.

Da qualche anno gli erano arrivati gli acciacchi dell’età, ma riusciva comunque, con più o meno fatica, a sopportarli e mascherarli con la sua allegria. In questi giorni la sua salute doveva essere peggiorata: il giro nei giardini era diventato breve, una decina di minuti, più a guardare gli altri che camminare, e questa mattina ha fatto solo una decina di metri e si è rinfilato in macchina. Tornati a casa, si è diretto lentamente, anzi faticosamente, nella sua cuccia; lì ha provato come al solito a giocare con il suo cuscino, ma si è subito accovacciato sfinito per cercare di riposare. Il suo respiro è diventato un po’ affannoso, gli era capitato ancora di avere queste crisi ma le aveva sempre superate,   ero quasi ottimista. Uscito per fare alcuni acquisti, la telefonata di mia moglie, preoccupata per il respiro affannoso, mi fa tornare subito a casa, dove penso di intervenire come consigliato dal veterinario con un diuretico.   Arrivo a casa, lo trovo nel bagno che respira faticosamente, lo chiamo, alza la testa, mi guarda, ma capisco subito che la cosa è grave, fa per alzarsi ma non ce la fa, il suo sguardo è tra una velata felicità nel rivedermi e una richiesta di aiuto, lo prendo in braccio, mi guarda negli occhi e si abbandona, il respiro si fa lento, molto lento, lo adagio nella  cuccia, vicino al mio letto, ma ormai il suo cuore si è fermato.

 

astor-6.2001-copia

 

Astor nel suo posto di guida…

 


Apr 05 2015

PASQUA DI PACE PASQUA D’AMORE

Category: Chiesa Cattolica,Veja migiorgio @ 12:34

cristo-risorto

 

 


Mar 22 2015

IO SONO UN AUTODIDATTA, DILETTANTE IN TUTTI I CAMPI, IL CHE SIGNIFICA APPASSIONATO; PAROLA DI PREMIO NOBEL

Category: Veja migiorgio @ 09:44

 

giorgio_autodidatta.1024

Io sono un autodidatta curioso 

 

 

A quanti, fra gli Addetti ai lavori di ogni disciplina scientifica, non piace l’intrusione degli Appassionati nei campi che essi ritengono di loro esclusiva competenza, si raccomanda di tenere presente che:

 

Nel Natale 2009, il Nobel per la Fisica Carlo Rubbia affermava:

 

« La Cultura appagata porta al ristagno della Scienza: è la Curiosità che produce Progresso! »

 

Riguardo poi alle croniche difficoltà nei rapporti fra Accademici ed Appassionati, appare estremamente istruttivo quanto affermava Maurice Allais, Nobel 1988 per l’Economia:

 

«Io sono un autodidatta, dilettante in tutti i campi, il che significa “appassionato”…

Gli Appassionati danno continuamente sui nervi ai Professionisti… e questo è naturale.

Essi però hanno un grande vantaggio sugli Addetti ai lavori: sono indipendenti, non sono condizionati dal sistema educativo scolastico, dalle tradizioni accademiche, dalle loro norme o dai rapporti di forze esistenti…

Quello che conta in loro, e che li distingue, è l’intuizione creativa!»

 

Ebbene, forti di tali autorevoli espressioni, quando troviamo qualcosa che non quadra nei dogmi della Scienza, ci sentiamo incoraggiati a cercare e a studiare, andando anche contro corrente, per giungere a delle risposte finalmente soddisfacenti circa i nostri dubbi, dopo di che, confrontate le nostre idee con quanti sono disposti a discuterne, ci riteniamo in dovere di pubblicare i risultati dei nostri studi, affinché altri possano intervenire con osservazioni od obiezioni oppure avvantaggiarsene nelle loro ricerche.

 

 

 


Feb 09 2015

Buon Compleanno a te Marina, unica e speciale! E non temere gli anni che passano, rimani sempre giovane e bella, perché splendida è la tua anima!

Category: Veja migiorgio @ 00:19

marina-giorgio-1981


Gen 18 2015

PAOLO VELLUDO: UN SALUTO A TUTTI, SICURAMENTE MANCHERÀ QUALCUNO ALL’APPELLO…

Category: Persone e personaggi,Veja mi,Verona lavoragiorgio @ 22:52

velludo cerro 2003

Paolo Velludo 

 

 

Verona 7 maggio 2014

 

Ora lascio l’ufficio e posso spedire il mio saluto che ho preparato qualche giorno fa per tutti voi. Eccolo!!!

 

Continua a leggere”PAOLO VELLUDO: UN SALUTO A TUTTI, SICURAMENTE MANCHERÀ QUALCUNO ALL’APPELLO…”


Gen 10 2015

SE AVESSI SAPUTO CHE STARE IN PENSIONE ERA COSÌ BELLO, NON AVREI MAI LAVORATO!

Category: Monade satira e rattatuje,Veja migiorgio @ 00:18

DSCF0482-ibiza.500

 

 

Con ardente desiderio vorrei che i miei amici

si trovassero un momento qui con me

per poter gioire alla vista che mi sta innanzi

(Goethe)

 

 

 


« Pagina precedentePagina successiva »